Alla porta del tuo cuore

Pregate nello stesso tempo anche per noi, affinché Dio ci apra una porta per la parola, perché possiamo annunziare il mistero di Cristo, a motivo del quale mi trovo prigioniero (Colossesi 4:3)

Preghiera per gli altri

C’è qui la richiesta di una preghiera d’intercessione, cioè della preghiera che non sia solo per noi ma anche per altri. Ma in questo caso l’apostolo chiede questa preghiera per la sua situazione di prigioniero.

Questo deve farci riflettere. L’apostolo certamente sapeva pregare per sé e per gli altri e certamente pregava per sé e per gli altri, ma chiede la preghiera da parte di altri fratelli.

Noi non sappiamo fino in fondo cosa significhi, ma da questo come da altri testi sappiamo che la preghiera ha grande potenza e che la preghiera di altri fratelli e quella in generale d’intercessione ha grande valore al cospetto di Dio.

Noi non sappiamo fino in fondo cosa significhi, dicevo, sappiamo che non è certo questione di quantità di preghiera e non è certo questione di intensità di preghiera… quello che sappiamo dal lato umano è che così si instaura una comunione fra credenti, e pregando si partecipa in altro modo alle vicende del nostro prossimo.

Preghiera per la Parola

La cosa particolare qui è che l’apostolo però non prega realmente per sé, non prega in realtà perché sia liberato dalla prigionia, non prega per qualcosa di utile a sé. Ma prega affinché, pur nella sua situazione di prigionia e di impedimento in cui si trova, egli possa annunciare la Parola, l’evangelo di Gesù Cristo.

Evangelo di Cristo che qui è detto mistero non perché sia misterioso ai suoi lettori, ma perché è misterioso a quelli che lo stanno aspettando e verso cui l’apostolo lo vuole svelare, quella buona notizia che la grazia di Dio arriva in Gesù Cristo gratuitamente.

Preghiera per aprire una porta

L’apostolo usa l’immagine dell’aprirsi di una porta, immagine certo molto forte per un prigioniero, ma anche che parla ad ogni persona. Alcune volte ci si è trovati in una situazione senza vie di uscita, come se tutte le porte fossero chiuse, quella è proprio una situazione angosciosa.

Allora l’apertura di una porta è un sollievo. E l’arrivo della Parola del Signore non solo porta sollievo, ma trasforma radicalmente la nostra esistenza.

Se si apre la porta a Gesù Cristo anche la situazione più difficile cambierà! Verrà vista e vissuta in altra maniera. Alle volte il cuore delle persone, per ciò che hanno vissuto o vivono o per quello che gli è stato insegnato, è chiuso. L’annuncio di grazia non lo riescono a udire, alle volte non lo vogliono sentire neanche. E molte situazioni divengono come senza vie d’uscita, come porte tutte chiuse.

L’annuncio della grazia del Signore, invece, ti fa vivere rinnovato, apre nuovi orizzonti di senso, spalanca il nostro cuore alla speranza e alla luce, è la Parola che si prende cura di noi passo dopo passo. Amen

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.