Liturgia di matrimonio

Qui abbiamo un generico schema di matrimonio evangelico, in cui si prevedono già varianti, che andranno discusse con gli sposi. Il matrimonio “ecumenico” non è molto diverso, va scelta ad esempio una promessa approvata dalla liturgia cattolica.

Inizio

Preludio o marcia di entrata

Siamo qui radunati per il matrimonio di … e …

Vogliamo invocare la benedizione del Signore su questi sposi che si presentano qui oggi per dichiarare di voler vivere da coniugi cristiani. E per chiedere al Signore aiuto e grazia. Iniziamo, dunque, prima di tutto invocando la presenza del Signore.

(oppure)

Un benvenuto a tutte e a tutti in questo giorno di festa e insieme solenne, in quanto di fronte a Dio e alla comunità delle persone qui riunite, avremo la benedizione del matrimonio di … e …, in cui si scambieranno le promesse per una vita insieme. Per questo iniziamo nel nome del Signore, per chiedere la sua presenza e il suo aiuto.

Invocazione

Il nostro principio e il nostro aiuto sono nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo, un solo Dio benedetto in eterno. Amen

Benedici, anima mia, il SIGNORE; e tutto quello ch’è in me, benedica il suo santo nome. Benedici, anima mia, il SIGNORE e non dimenticare nessuno dei suoi benefici. (Salmo 103:1-2)

(oppure)

Cantate al SIGNORE un cantico nuovo, cantate al SIGNORE, abitanti di tutta la terra! Cantate al SIGNORE, benedite il suo nome, annunziate di giorno in giorno la sua salvezza! Proclamate la sua gloria fra le nazioni e i suoi prodigi fra tutti i popoli! Perché il SIGNORE è grande e degno di sovrana lode. (Salmo 96:1-4)

(oppure)

Io celebrerò il SIGNORE con tutto il mio cuore, narrerò tutte le tue meraviglie. Mi rallegrerò ed esulterò in te, salmeggerò al tuo nome, o Altissimo (Salmo 9:1-2)

(oppure)

Mandate grida di gioia al SIGNORE, abitanti di tutta la terra! Servite il SIGNORE con letizia, presentatevi gioiosi a lui! Riconoscete che il SIGNORE è Dio; è lui che ci ha fatti, e noi siamo suoi; siamo suo popolo e gregge di cui egli ha cura. (Salmo 100:1-3)

(oppure altro salmo di lode)

Preghiera d’invocazione

Inno (ad esempio 169 Lode all’Altissimo)

 

Istruzione Matrimonio

(In questa parte si leggono alcuni versetti e se ne dà una breve spiegazione. Essi di solito riguardano il dono di trovarsi, l’essere fatti apposta per stare insieme oppure la pari dignità ed il rispetto, l’amore reciproco e l’aiuto di Dio nelle difficoltà. Ma anche la gioia di essere in due e il progetto di vita in insieme che il matrimonio rappresenta da un punto di vista cristiano. Qui di seguito allora alcuni testi di esempio con brevi spiegazioni.)

Testi sul trovarsi

Per l’uomo non si trovò un aiuto che fosse adatto a lui. Allora Dio il SIGNORE fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò; prese una delle costole di lui, e richiuse la carne al posto d’essa. Dio il SIGNORE, con la costola che aveva tolta all’uomo, formò una donna e la condusse all’uomo. L’uomo disse: «Questa, finalmente, è ossa delle mie ossa e carne della mia carne. Ella sarà chiamata donna perché è stata tratta dall’uomo». Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una stessa carne. (Genesi 2:20b-24)

Il testo precedente è ripreso anche da Gesù:

Gesù disse: «Non avete letto che il Creatore, da principio, li creò maschio e femmina e che disse: “Perciò l’uomo lascerà il padre e la madre, e si unirà con sua moglie, e i due saranno una sola carne?” Così non sono più due, ma una sola carne; (quello dunque che Dio ha unito, l’uomo non lo separi)». (Matteo 19:4-6)

Il versetto della Genesi, ripreso anche da Gesù, ci spiega che il trovarsi fra un uomo ed una donna è un dono di Dio, così come l’essere fatti l’uno per l’altro. Per grazia di Dio si trova il proprio compagno o la propria compagna che è proprio per noi.

Allora con il matrimonio di dà inizio ad una vita insieme, ad un progetto di vita comune in pari dignità, confidando sempre sull’aiuto di Dio in ogni momento, nella gioia come nella difficoltà.

Testi sull’amore

Per tutti e per i coniugi in particolare vale il gran comandamento dell’amore:

«Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l’anima tua e con tutta la mente tua. Ama il tuo prossimo come te stesso» (Matteo 22,37-39).

L’apostolo Paolo rivolgendosi alla chiesa di Filippi, li esorta non solo ad andare d’accordo, ma ad avere un unico sentimento. Questo testo che viene rivolto dall’apostolo Paolo a tutta una chiesa, a maggior ragione vale per una coppia di sposi. Ebbene, l’apostolo nel chiedere non solo una comunione di intenti e di progetti, ma anche ad avere un medesimo sentimento, uno stesso sentire, invita ad avere un legame che vada oltre la razionalità, per essere un legame ancor più profondo, in modo da vivere profondamente insieme tutte le situazioni.

Se v’è qualche incoraggiamento in Cristo, se vi è qualche conforto d’amore, se vi è qualche comunione di Spirito, se vi è qualche tenerezza di affetto e qualche compassione, rendete perfetta la mia gioia, avendo un medesimo pensare, un medesimo amore, essendo di un animo solo e di un unico sentimento. Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a sé stesso, cercando ciascuno non il proprio interesse, ma anche quello degli altri. Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù (da Filippesi)

L’amore come caratteristica di Dio e del cristiano:

Dio è amore (I Giovanni 4:8)

L’inno all’amore di Paolo, in cui scrive fra l’altro:

L’amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; l’amore non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male, non gode dell’ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa. L’amore non verrà mai meno. Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l’amore. (da I Corinzi 13)

Testo sul metter su famiglia…

Gesù disse: «Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato a un uomo avveduto che ha costruito la sua casa sopra la roccia. La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti hanno soffiato e hanno investito quella casa; ma essa non è caduta, perché era fondata sulla roccia. (Matteo 7:24-25)

(Musica per gli sposi o inno. Nel corso della cerimonia si decidono quanti e quali brani musicali suonare o inni cantare)

Promesse

Il trovarsi, l’essere fatti l’uno per l’altro, è un dono di cui ringraziamo il Signore, per ogni coppia, e in particolare oggi per … e …

Nella vita quotidiana, con le sue asperità e difficoltà, serve però anche una presa di coscienza e una decisione, per ricevere con gioia questo dono del Signore, per conservarlo e farlo fruttare, per viverne insieme.

Ecco il perché delle promesse e dello scambio simbolico degli anelli (lo scambio degli anelli che non è obbligatorio nel matrimonio riformato), che abbiamo adesso.

(verso gli sposi) Ed ora disponetevi a rendere testimonianza di fronte alle persone qui riunite e a Dio del vostro desiderio di vivere come coniugi cristiani.

Gli sposi si alzano.

Prima possibilità due domande da parte del pastore

…, prometti tu di voler essere, con l’aiuto di Dio, in ogni situazione un marito cristiano secondo l’evangelo? (Sì)

… …, prometti tu di voler essere, con l’aiuto di Dio, in ogni situazione una moglie cristiana secondo l’evangelo? (Sì) oppure

…, prometti tu di voler essere in tutto un marito cristiano secondo l’insegnamento della parola di Dio? oppure

… vuoi prendere come sposa … , e prometti di amarla e rispettarla, nella salute come nella malattia, nella gioia e nel dolore, in tutti i giorni della tua vita?

…, prometti tu di amare e rispettare …, nella gioia come nel dolore, e di esserle fedele in tutti i giorni della tua vita, condividendo con lei un unico sentimento secondo l’evangelo di Gesù Cristo?

… prometti tu, tenendo presenti gli insegnamenti della Parola di Dio, di voler vivere come marito cristiano con la qui presente …, di amarla e di rispettarla, di vivere insieme nella verità e nella fedeltà, secondo l’evangelo di Gesù Cristo?

Seconda possibilità una sola domanda a tutti e due da parte del pastore

…. e …, promettete voi, dopo aver ascoltato gli insegnamenti della parola di Dio, di voler vivere come coniugi cristiani; promettete di amarvi e di rispettarvi, di vivere insieme nella verità e nella fedeltà all’evangelo di Gesù Cristo?

Terza possibilità una dichiarazione in prima persona da parte del marito e poi della sposa

Ti prometto di amarti e rispettarti, nella salute come nella malattia, nella gioia e nel dolore, in tutti i giorni della mia vita.

… prendo te come mia sposa, e ti prometto di amarti e rispettarti, nella salute come nella malattia, nella gioia e come nel dolore, in tutti i giorni della mia vita.

(si possono scrivere le proprie promesse da soli, concordandole in precedenza con il pastore, meglio se sono identiche per l’uno e l’altro coniuge)

Scambio anelli

Adesso scambiatevi gli anelli come segno della vostra promessa di fedeltà e di servizio ed unite le vostre mani come segno dell’unione delle vostre vite nel Signore. (Scambio degli anelli)

Benedizione

Il Signore vi benedica e vi guardi, vi accordi la sua grazia e la sua pace, affinché possiate vivere rendendogli sempre gloria sostenuti dal suo Spirito. Amen

(oppure)

Signore, in questo tempo, come in ogni tempo, ci vuole anche del coraggio e della forza, per pensare a qualcosa di eterno… Proteggi l’amore di … e …, custodiscili e custodisci il loro amarsi e rispettarsi, e da loro gioia.

Assistili in modo che quella gioiosa libertà che hanno come figli di Dio, di immaginare nuovi orizzonti e di costruire e fare cose nuove, sia un dono per coloro che gli stanno intorno e per la società. Amen

Dichiarazione

E quindi di fronte a Dio e alla comunità, siete dunque marito e moglie che vogliono vivere il loro matrimonio secondo l’evangelo.

Dono della Bibbia

A nome della Chiesa … ricevete questa Bibbia,

«Non di pane soltanto vivrà l’essere umano, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio» (Deuteronomio 8:3 e Matteo 4:3) (Versione Nuova Riveduta) oppure nella versione TILC) «L’essere umano non vive soltanto di pane, ma vive della parola del Signore.»

Musica per gli sposi oppure Inno (ad esempio 330 È la casa un paradiso o 331 o 332 o 333

Letture e predicazione

(La predicazione può anche essere posta prima dell’istruzione del matrimonio)

Viene letto un testo biblico con riferimento al matrimonio ed alla famiglia ed a seguire la predicazione. Il testo biblico può essere uno di quelli dell’istruzione o altro scelto insieme agli sposi.

Chiusura

Preghiera per gli sposi

(è possibile che sia fatta da parte di parenti o amici)

Il culto termina come di solito con: Padre Nostro, Inno Gloria al Padre, Benedizione finale, Amen cantato, Postludio.