Pace e serenità (Giov 14:27)

tornado

La pace, la serenità interiore. Quale grande aspirazione è per ogni essere umano aver pace dentro di sé, oltre che fuori.

Gesù, per preparare i suoi discepoli, preannuncia varie volte che sarebbe morto, questo genera in loro tristezza e smarrimento, allora egli li consola annunciando che manderà lo Spirito per sostenerli, guidarli e proteggerli e aggiunge:

Vi lascio pace; vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo dà. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti. (Giovanni 14:27)

La pace certo fuori di noi non è sempre possibile, anzi al contrario sembra proprio che non ci sia pace, non solo per guerre, violenze, ingiustizie, ma anche per tante cose che non vanno, che disturbano, che ci affliggono, cioè che non ci fanno stare in pace, sereni. E poi quando si parla di pace dentro di noi non è che vogliamo la pace di quando non succede niente, perché c’è solo silenzio e rassegnazione, ma vorremmo pace perché belle e vere sono le cose che vogliamo vivere, bello il mondo a cui vogliamo partecipare.

Vi do la mia pace, dice invece Gesù, non come il mondo, una pace fittizia e non duratura, non come la pace della morte, ma in maniera diversa più profonda e più vera e più viva.

Come è possibile, come si realizza in questa vita?

Non dipende da noi, è un dono di Dio. Noi possiamo certo chiedergli di avere pace e serenità, possiamo pregarlo per questa pace che supera ogni umano intendimento. E possiamo anche riflettere sul dono di vita eterna che egli ci fa, dono di pace eterna e gioiosa, che illumina anche le nostre giornate terrene.

Ma alle volte la calma non arriva, la mattina è ancora lontana, dobbiamo aspettare che lo Spirito ci dia la determinazione, la calma, la speranza, la fede e dunque la pace.

Alle volte abbiamo anche troppa agitazione per accogliere il dono di pace portato dallo Spirito, ma invece altre volte proprio lo Spirito al nostro cuore turbato e oppresso dona una pace interiore inaspettata e tranquilla.

È una promessa, quella di Gesù, ma come tutte le promesse di Dio essa si realizza per noi e per gli altri discepoli.

E allora la pace si raggiunge affidandosi alle promesse di Dio.

Non io: riesco a darmi pace, non io: riesco ad essere fedele alla sua parola, non io: posso darmi salute e avvenire, ma tutto questo è nella promessa di Dio in Gesù Cristo.

Mettiamoci allora con tutto il nostro essere nelle mani di Dio, sentiamolo come il Signore onnipotente e misericordioso di tutta la nostra esistenza, affidiamoci alle sue promesse di vita e troveremo la pace del nostro animo. Amen

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.