Riscattati

Gesù Cristo ha dato sé stesso per noi per riscattarci da ogni iniquità e purificarsi un popolo che gli appartenga, zelante nelle opere buone. (Tito 2:14)

Parliamo di riscatto quando qualcuno è prigioniero ad esempio di sequestratori, di rapitori, di qualcuno quindi che illegalmente ti tiene prigioniero. Una condizione ingiusta e pesante.

Tutta l’opera di Gesù Cristo è descritta in questo versetto con questo termine di riscatto. Ora qui è scritto che l’iniquità è ciò che ci tiene prigionieri. Ma il termine originario, che può esser tradotto con senza legge / fuori legge / contro la legge, ci indica come la condizione dell’iniquità è quella in cui pensiamo di vivere senza seguire la legge del Signore, è l’esistenza del fuorilegge.

Cioè, quello che alle volte sembra il masSimo della libertà individuale, il poter fare come se non esistesse bene o male, e neppure giudice o Dio, è invece descritta come una prigionia. Cominci ad agire senza legge, non volendo sapere ciò che è bene o male, e ti ritrovi a non poterne più uscire.

Non è semplice descrivere casi concreti, perché sono ricchi di sfumature, sarà per via del ricatto di altri su cui non puoi più far valere alcun diritto, se tu non hai badato al diritto. Sarà che hai un vantaggio da quella posizione, che ti lega, anche se senti che stai sbagliando. Sarà che non sai più come fare a interrompere. Ecco allora la prigionia.

Da tutto questo che ti tiene stretto ti libera Gesù Cristo, dice l’annuncio dell’evangelo.

In Gesù Cristo, infatti, troviamo per primo la forza di poter riconoscere e confessare i nostri errori, poi troviamo perdono e riscatto nel senso di poter vivere secondo la legge, la legge di Dio.

In quel fare le opere buone finalmente per grazia di Dio, di cui parla il nostro versetto. Si scopre così che vivere secondo la volontà di Dio, non è una schiavitù, ma una liberazione. La libertà di vivere senza senso di colpa, potendo parlare e agire apertamente con gli altri esseri umani, con dignità e forza.

E questo riscatto ci fa ritrovare ad essere un popolo: il popolo dei riscattati del Signore. Non più soli nell’iniquità, ma insieme con tanti fratelli e sorelle e con il Signore e nostro Salvatore Gesù Cristo, che sia benedetto in eterno. Amen

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.