Cambiamento 2018

immagine per la Giornata della minestra

Come ogni anno nel Tempo di Passione arriva la Campagna ecumenica per la lotta alla fame e alla miseria nel mondo organizzata da Pane per tutti, Sacrificio Quaresimale e Essere solidali. Quest’anno il tema era il cambiamento.

In Bregaglia organizziamo anche noi una Giornata della minestra per raccogliere fondi, che quest’anno era il 24 febbraio. E abbiamo proposto un quiz: un modo per pensare ai temi che si vogliono affrontare con le migliaia di progetti che le organizzazioni che organizzano la Campagna sostengono in tutto il mondo.

Qual è lo slogan della campagna ecumenica 2018?
  1. Resistere ai cambiamenti
  2. Diventa anche tu parte del cambiamento
  3. Prima di tutto dobbiamo cambiare noi

Risposta: 2. Diventa anche tu parte del cambiamento. La campagna ecumenica 2018 è incentrata sul tema del cambiamento. Il mondo cambia e anche noi non possiamo che cambiare. Da giovani è forse più facile, ma comunque cambiamento significa andare incontro a qualcosa di ignoto, ciò può creare preoccupazione. Però il cambiamento è anche un’occasione di miglioramento. Anzi come cristiani, avendo fiducia in Dio, viviamo il cambiamento come occasione di cambiare il nostro mondo, insieme agli altri, in un mondo migliore.

Qual era il tema della campagna dello scorso anno?
  1. Chi trova un amico trova un tesoro
  2. Rafforzare la giustizia nel mondo
  3. L’accaparramento delle terre

Risposta 3. L’accaparramento delle terre. L’accaparramento delle terre, in inglese Land grabbing, indica l’appropriazione di superfici, in particolare che erano utilizzate a scopo alimentare, da parte di multinazionali, governi e investitori. Che la sottraggono spesso a comunità rurali e piccoli contadini. Anche quest’anno ci sono progetti a sostegno dei 500 milioni di piccoli contadini del mondo.

Quante persone si stima siano nella miseria a rischio di morire di fame?
  1. 200 Milioni
  2. 800 Milioni
  3. 1 Miliardo

Risposta 2. La FAO stima che 795 milioni di persone nel mondo non hanno abbastanza da mangiare. Questo numero è diminuito di 216 milioni dal 1990 ed equivale a circa 1/9 della popolazione mondiale. Se le donne avessero lo stesso accesso degli uomini alle risorse, ci sarebbero 150 milioni di affamati in meno sulla terra. L’Asia è il continente che ha il numero più alto di persone che soffrono la fame, però l’Africa Sub-sahariana è la regione con la più alta incidenza percentuale di popolazione che soffre la fame: una persona su quattro.

Le campagne ecumeniche sostengono progetti di assistenza legale?

VERO        FALSO

Risposta VERO: In molti casi le leggi ci sono, ma non vengono rispettate e quindi sostenere avvocati e ricorsi permette di risolvere situazioni di ingiustizia, che generano miseria. Nei progetti presentati quest’anno si trovano ad esempio il sostegno legale per i diritti sul lavoro delle impiegate tessili in Vietnam, o quello per i pescatori del Senegal per il rispetto degli accordi internazionali da parte dei grandi pescherecci stranieri.

Il cambiamento climatico nel mondo produce effetti già oggi come:
  1. Innalzamento degli oceani
  2. Scioglimento dei ghiacciai
  3. Aumento della forza distruttrice degli uragani

Risposta: Tutte e tre sono valide. Infatti, il riscaldamento globale del pianeta produce effetti differenti in varie aree. Non solo favorisce lo scioglimento dei ghiacciai, e quindi anche un innalzamento del livello del mare, ma introducendo maggiore energia nell’atmosfera aumenta la forza degli episodi estremi. Alcune zone come la Polinesia sono già in contatto drammatico con questi effetti.

In Camerun piove sempre meno e sempre più in maniera irregolare, l’unica soluzione è abbandonare la terra.

VERO   FALSO

Risposta FALSO. Si può convivere con il cambiamento, come mostra uno dei progetti sostenuti, cambiando metodi di coltivazione, di protezione del suolo e diversificando la produzione. Ovviamente la capacità di adattamento ha un limite e per questo le nazioni si sono attivate nell’introdurre politiche per tenere sotto controllo l’aumento della temperatura globale.

Cambiare può essere anche rinunciare a qualcosa?

VERO   FALSO

Risposta VERO. Certamente può preoccupare dover rinunciare a qualcosa, ma la rinuncia va vissuta sia come un impegno verso la comunità umana, sia come occasione per scoprire nuove cose. In questo i cristiani dovrebbero essere portatori di un messaggio di fiducia, che un altro mondo è possibile ed è un mondo buono da vivere.

Il cambiamento è solo una questione finanziaria.

VERO   FALSO

Risposta Falso. Quasi tutti i progetti prevedono un coinvolgimento delle scuole e della formazione. Infatti, la capacità di cambiare, di adattarsi e di trovare soluzioni innovative, è una questione di mentalità e di preparazione. In fondo ciò che già sappiamo dell’importanza della formazione e della scolarizzazione, è valido anche per imparare a cambiare dinanzi ai mutamenti globali.