Bartimeo Codice Egberti

Non fatevi intimidire

Bartimeo non si fece intimidire, anzi era determinato e convinto.

Come Gesù usciva da Gerico con i suoi discepoli e con una gran folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, cieco mendicante, sedeva presso la strada. Udito che chi passava era Gesù il Nazareno, si mise a gridare e a dire: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!» E molti lo sgridavano perché tacesse, ma quello gridava più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!» Gesù, fermatosi, disse: «Chiamatelo!»

Bartimeo è un mendicante per via della sua disabilità. È poco considerato, anche il suo nome vuol dire che Timeo è suo padre. Come se non avesse una sua individualità. Vogliono allora che non disturbi troppo. Molti anzi gli dicono che se ne deve stare in silenzio. Però non così di Gesù che ascolta tutti coloro che lo chiamano, come tutti coloro che lo pregano. E Gesù lo manda allora a chiamare.

E chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio, àlzati! Egli ti chiama». Allora il cieco, gettato via il mantello, balzò in piedi e venne da Gesù.

Bartimeo lascia andare il mantello, qualcosa utile per un mendicante per proteggersi dal freddo della notte, forse una delle poche sue proprietà. Ma non si preoccupa di cose che in quel momento non sono preziose come l’incontro con Gesù e va subito da lui.

E Gesù, rivolgendosi a lui, gli disse: «Che cosa vuoi che ti faccia?» Il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io ricuperi la vista».

La domanda non è inutile. Per noi che conosciamo i racconti di guarigioni miracolose fatte da Gesù, può sembrare una domanda inutile. Ma Gesù vuole proprio sapere cosa pensa Bartimeo, che cosa possa fare per lui. Recuperare la vista è qualcosa di così grande, che devi proprio pensare che Gesù sia Dio per chiederlo. Ecco perché c’è la domanda ed ecco cosa succede:

Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». In quell’istante egli ricuperò la vista e seguiva Gesù per la via. (Marco 10:46-52)

Bartimeo in effetti ha fede in Gesù come il Signore. E recuperata la vista e segue quindi Gesù. I suoi discepoli e la folla non sanno realmente chi sia Gesù, non se ne fidano fino in fondo, forse pensavano che Bartimeo non potesse recuperare la vista e che fosse inutile per lui andare da Gesù. Ma non Bartimeo: determinato e completamente fiducioso nel chiamare Gesù.

Ancora una volta impariamo che si può vedere senza guardare e senza capire. Gesù dicendo “la tua fede ti ha salvato” sta proprio dicendo che Bartimeo vedeva in lui il Signore, ma altri vedono solo un uomo.

Alle volte può essere così anche per noi. Presi dallo scoraggiamento, o intimiditi da persone o idee o cose che ci capitano, non preghiamo, non gridiamo a Gesù e soprattutto non pensiamo che Egli è il Signore e il Salvatore, allora restiamo ad aspettare senza fiducia il domani, rassegnati. Ma il Signore dà salvezza, e la salvezza è varia a seconda delle situazioni.  Egli è Colui che ascolta e interviene come nostro Liberatore, rivolgiamoci allora a Lui con piena fiducia. Amen